edilportale
archiportale
archiproducts
archilovers
smart village 2013
smart village 2012
tour EEQZ

Le aree dedicate ai seminari tenuti direttamente dalle aziende in cui illustrare soluzioni costruttive attorno ai temi della sostenibilità ed efficienza energetica. Sono previsti incontri tecnici di 1ora ciascuno durante i quali
le aziende gestiranno in autonomia seminari formativi sull'utilizzo delle proprie tecnologie e prodotti.
18/10 ore 11.00
Uno dei grandi temi, dei grandi interrogativi in materia di sostenibilità riguarda la certificazione. Dopo la scarsa credibilità della certificazione energetica diventa essenziale evitare gli errori commessi e individuare un percorso virtuoso per dare credibilità ad uno strumento essenziale di qualificazione come la certificazione ambientale. Nel momento in cui cresce la richiesta da parte dell'utenza di poter disporre di strumenti di valutazione certi e affidabili, fare chiarezza sulla certificazione energetica ambientale diventa una necessità, un investimento per il futuro.
[organizzato da Edilportale e Agorà - in collaborazione con ENEA, FEDERLEGNOARREDO, PVCFORUM e UNCSAAL]
Pietro Gimelli | Direttore Generale UNCSAAL
"Le nostre aziende sono tecnologicamente pronte alle sfide che la certificazione pone. Quello che chiedono è la certificazione non diventi solo una lotta di marchi invece che uno strumento al servizio della collettività. È necessario però, da una parte attenersi a criteri prestazionali senza creare vincoli progettuali e, dall'altra, arrivare a una tavola di elementi condivisi da tutti i sistemi tale da consentire alle industrie di parlare un linguaggio univoco, di fare investimenti mirati e di ottimizzare i propri sforzi."
Gaetano Fasano | Responsabile Dipartimento Efficienza Energetica Edifici Pubblici, ENEA UTEE-ERT
Ivan Cicconi | Direttore ITACA
"Oggi abbiamo una sola certezza: la insostenibilità del modello socio-economico-imprenditoriale che governa il rapporto fra l'uomo e le risorse non rinnovabili. La certificazione energetico-ambientale è uno strumento utile se ci consente di modificare anche i meccanismi fondamentali di tale modello. Le metodologie e le esperienze attualmente in corso consentono di dare corpo a questo obbiettivo?"
Mario Zoccatelli | Presidente GBC Italia
"Il mondo dell'edilizia deve diventare trasparente e adottare logiche di monitoraggio. Bisogna introdurre il sistema delle 'etichette', come esistono per i prodotti, permetterebbe di dichiarare quanto consumano, come si vive nell'edificio, quali sono i materiali con cui è stato prodotto, il comfort acustico, termico, visivo, e così via."
Ulrich Klammsteiner | Vicedirettore e responsabile tecnico Agenzia Casa Clima
Moderatore:
Gaetano Fasano
18/10 ore 11.30
Finalità dell'incontro è la presentazione del disciplinare per la predisposizione delle istruzioni di posa dei serramenti elaborato dal Gruppo Finestre di EdilegnoArredo. Il documento nasce con lo scopo di uniformare le informazioni di posa nell'obiettivo di qualificare il sistema di posa stesso e il relativo risultato finale, nonché di superare approcci parziali o fuorvianti talvolta riscontrabili sul mercato.
[organizzato da EdilegnoArredo]
Claudia Giorno - Edilegno Arredo | download
Claudia Giorno | Ufficio Normativo EdilegnoArredo
18/10 ore 15.30
Sostenibili e nello stesso tempo tecnologiche e interconnesse, confortevoli, attrattive, sicure, in una parola "intelligenti": questo il profilo delle "smart cities", città in grado di garantire uno sviluppo urbano moderno, equilibrato e vivibile. Città del futuro? Non necessariamente. Obiettivo dell'evento è quello di conoscere e far dialogare le realtà già esistenti, i progetti più virtuosi in essere, le interconnessioni e le best practices già in atto sul territorio: progetti vincenti, come quelli di Genova e nuove proposte, che riguardano le infrastrutture, la vita quotidiana, i servizi.
[organizzato da Edilportale e Agorà - in collaborazione con Genova Smart City ed Enel Distribuzione]
Alfredo Moroni - Comune di L'Aquila | download
Andrea Moglia - Enel | download
Gianfranco Presutti - Comune di Torino | download
Gloria Piaggio - Comune di Genova | download
Pasquale Capezzuto - Comune di Bari | download
Mauro Annunziato | Sub-Coordinatore European Joint Programme Smart Cities, ENEA - UTTEI
"Il tema delle Smart Cities è stato accolto con entusiasmo ma la direzione è incerta ed il rischio di fallimenti elevato. Occorre una capacità di valutazione dei progetti in cui città, cittadino, ricerca, industria, finanza si fondano in un linguaggio condiviso, risultato di una 'connettività' molto più intensa tra i vari segmenti della società."
Pasquale Capezzuto | Energy Manager – Coordinatore programma Bari Smart City, Comune di Bari
"Le Città devono coniugare lo sviluppo urbano, la competitività economica e l'attrattività con il valore della sostenibilità ambientale, energetica e l'inclusione sociale. Si tratta di traformare sistemi complessi in living labs in cui sperimentare approcci organizzativi, soluzioni tecnologiche e crescita culturale per assicurare ai cittadini una migliore qualità della vita. I fattori chiave di una smart city sono la governance delle istituzioni, le soluzioni tecnologiche, la gente."
Gloria Piaggio | Segretario Generale, Associazione Genova Smart City
"-Cosa sono le città, se non la gente?- W. Shakespeare. Le città sono gli abitanti ed da loro occorre partire per affrontare un futuro diverso. Sostenibilità non significa soltanto inquinare meno, significa gestire in maniera intelligente quello che si ha, evitare sprechi, miglior qualità di vita, mettere la felicità al primo posto delle agende di trasformazione verso la smart city.
Alfredo Moroni | Assessore alle OO.PP. con delega per Smart City, L'Aquila Città intelligente, Comune di L'Aquila
Domenico De Maio | Assessore all'Urbanistica, Comune di Salerno
Donata Susca | Responsabile Eccellenza Operativa ed Efficienza Energetica – Enel Distribuzione S.p.A.
"Le città intelligenti coniugano, in un unico modello urbano, tutela dell'ambiente, efficienza energetica e sostenibilità economica. Un luogo dove infrastrutture, servizi e tecnologia si uniscono per offrire un centro abitato a misura d'uomo, in cui il risparmio energetico, la riduzione delle emissioni, il controllo dei consumi entrano a far parte della vita quotidiana dei cittadini, delle amministrazioni e delle aziende."
Gianfranco Presutti | Direttore Divisione Lavoro, Formazione professionale e Sviluppo Economico,
Città di Torino
"Le Città sono chiamate a mettere in campo una visione futura del proprio sviluppo in una prospettiva maggiormente sostenibile e smart. La costruzione di questa visione è un processo che avviene attraverso il dialogo con molti soggetti contemporaneamente: istituzioni, imprese, università, cittadini. L'esito non può essere un elenco di azioni, ma un Piano coordinato la cui regia è affidata alle Città."
Caterina Sarfatti | Relazioni Internazionali, Gabinetto Sindaco, Comune di Milano
Moderatrice:
Valeria Uva | Giornalista, Il Sole 24 Ore
"Credo che l'esperimento delle smart cities oggi abbia un valore quanto più riesce a essere spiegato, divulgato e anche replicato in altre realtà. Qualsiasi strada abbia intrapreso la città che partecipa a questa grande avventura europea credo debba essere rafforzata dalla messa in rete delle informazioni per i propri cittadini ma anche per i "colleghi" delle realtà vicine. Ecco dal mio particolare osservatorio che è il mondo dell'informazione, appunto, io vedo molte energie impegnate nella "gara" per realizzare sempre più progetti smart, ma penso sia necessario riservare qualche sforzo in più per far conoscere questi progetti, anche oltre il proprio campanile."
19/10 ore 12.00
L'evento dedicato al Feng Shui con presentazione di un percorso di applicazione delle teorie Feng Shui alla progettazione architettonica e ambientale, con l'obiettivo di illustrare l'utilizzo delle tecniche Feng Shui in diversi contesti e scale d'intervento e col fine di "traghettarle" negli ambiti professionali contemporanei. L'obiettivo dell'evento è la presentazione di molte realizzazioni che posso essere usate come riferimento per chi intenda affrontare la progettazione anche da un punto di vista olistico ed energetico.
[organizzato da Wolters Kluwer]
Luigi Bertazzoni - Wolters Kluwer | download
Luigi Bertazzoni | Docente di Progettazione Ambientale, Politecnico di Milano
"Il Feng Shui è rimasto spesso confinato ai margini della progettazione, considerato come un prodotto olistico della cultura orientale, inapplicabile nel nostro continente. Oggi sia la bioarchitettura sia la sostenibilità nel suo complesso hanno assorbito alla cultura degli 'elementi' che pervade questa disciplina."
Raffaello Cecchi | Docente di Progettazione Architettonica, Politecnico di Milano
"La suggestione contenuta nello sguardo Feng Shui sulla realtà appartiene ad un approccio 'relazionale', entro il quale ambiti disciplinari differenti vengono interpretati e 'messi in relazione', al fine di controllare processi di trasformazione e di progettare in modo più consapevole e approfondito 'nuove' architetture."
Moderatore:
Giuseppe Rosa | Editor Wolters Kluwer
19/10 ore 14.30
Olimpia Splendid presenta due esempi concreti di soluzioni impiantistiche nelle quali coesistono le risposte al comfort climatico residenziale e l'utilizzo di energie rinnovabili. Si tratta di configurazioni ad alta efficienza, particolarmente indicate per tutte le realizzazioni edilizie in classe A. In forma integrata si soddisfa il fabbisogno di climatizzazione a ciclo annuale (riscaldamento, raffrescamento e deumidificazione) e la produzione di acqua sanitaria. Non è stata tuttavia trascurata la necessità di rispondere alle esigenza di natura estetica dell'impianto e la sua funzionalità. Tutto ciò in perfetto accordo con le più recenti normative in tema di utilizzo dell'energia primaria da fonti rinnovabili e la ricerca finalizzata al miglioramento del benessere termoigrometrico.
[organizzato da Olimpia Splendid]
Paolo Aroma - Olimpia Splendid | download
Paolo Aroma | Responsabile Energie Rinnovabili Olimpia Splendid
"La sfida è coniugare il comfort abitativo senza pregiudicare le risorse ambientali, incrementando con le nostre tecnologie il valore immobiliare degli edifici. Soluzioni efficienti e flessibili che realizzano l'integrazione edificio-impianto."
Michele De Carli | Professore Dip. Ingegneria Industriale, Università di Padova
19/10 ore 16.00
Il Forum sarà l'occasione per presentare il nuovo Auditorium de L'Aquila progettato da Renzo Piano. L'Auditorium è formato da tre volumi di legno a forma di cubo che, in modo un pò casuale, rotolando sul terreno, si sono fermati in una posizione che li vede tra loro accostati. I tre edifici sono interamente realizzati in legno, un materiale effimero nelle pretese, ma eterno nella durata. È una scelta strettamente legata alla funzione acustica dell'edificio, quella cioè di suonare come fosse uno strumento musicale, ma anche dettata dalle condizioni del contesto: le strutture lignee hanno infatti elevatissime caratteristiche antisismiche, mentre la matericità del legno si confronta in modo 'naturale' con la pietra del Castello.
L'Auditorium è il primo edificio certificato ARCA, ARchitettura - Comfort - Ambiente, il primo sistema di certificazione per le costruzioni con struttura portante in legno che garantisce la durabilità, la sicurezza, contro il sisma ed il fuoco, il comfort, il risparmio energetico, la sostenibilità. Il progetto nasce in Trentino su iniziativa della Provincia Autonoma di Trento che lavora al progetto dal 2009, con l'intento di valorizzare un prodotto innovativo e tecnologicamente evoluto, l'edificio in legno, in grado di competere in un mercato in forte crescita ed espansione qual è l'edilizia sostenibile.
[organizzato da ARCA architettura, comfort, ambiente]
Alessandro Bozzola - LOG Engineering | download
Alessandro Traldi - Atelier Traldi | download
Andrea Amoretti - Favero e Milan Ingegneria | download
Elisa Roncari - Università degli Studi dell'Aquila | download
Gianfranco Cesarini Sforza - Provincia Autonoma di Trento | download
Alessandro Traldi | Progettista dell’'Auditorium, Atelier Traldi
"L'Auditorium è concepito come uno strumento musicale. Costruito in legno perché è un materiale acusticamente perfetto, ma che ha anche elevate caratteristiche antisismiche e permette un processo costruttivo a secco riducendo i tempi di realizzazione dell'opera. Il legno è un materiale di tradizione assai versatile che può essere declinato in chiave contemporanea grazie all'uso di tecnologie, trattamenti, lavorazioni che lo rendono affidabile e competitivo. Un test di quanto questa tecnologia possa essere utilizzata per la ricostruzione della città colpita dal sisma."
Alessandro Bozzola | Staff di progettazione della ditta LOG Engineering
"L'Auditorium del Castello de L'Aquila rappresenta una grossa opportunità di crescita professionale grazie al confronto con lo staff dell'Arch. Renzo Piano e costituisce inoltre una conferma delle capacità tecnico-organizzative delle imprese trentine, qualità suggellate dalla Certificazione ARCA."
Elisa Roncari | Studentessa dell'Università degli Studi dell'Aquila Facoltà di Ingegneria Edile - Architettura
"Lo stage dell'Università degli Studi dell'Aquila presso il cantiere "AuditoriumdelCastello" ha scopo didattico, divulgativo e progettuale: osservazione delle lavorazioni, redazione quotidiana di report e di un SIArc informativo, relazioni col pubblico e studio di una futura possibile ri-collocazione dell'opera."
Gianfranco Cesarini Sforza | Dirigente del Servizio Prevenzione Rischi - Supporto Tecnico al RUP, Provincia autonoma di Trento
"Il Progetto dell'Auditorium ha permesso di applicare in una sola opera molte delle tecnologie più avanzate sviluppate per l'utilizzo moderno del materiale legno nelle costruzioni. In questo edificio il legno è sia struttura, che rivestimento che materiale acustico, inoltre la sua flessibilità di impiego ha permesso di esaltare la caratteristiche e velocità di prefabbricazione."
Maurizio Milan | Socio Responsabile del Progetto, Favero e Milan Ingegneria S.p.A.
"Il legno è un materiale straordinario, naturale, isolante, leggero ma resistente, ed è risultato molto efficace nel limitare il pericolo in caso di terremoto, rendendo realizzabile una struttura con geometria assai particolare."
Andrea Amoretti | Referente del Progetto, Favero e Milan Ingegneria S.p.A.
"L'Auditorium è un esempio applicativo di tecniche antisismiche leggere e innovative che possono essere utilizzate anche per la ricostruzione della città."
19/10 ore 16.00
Un nuovo modo di costruire richiede un nuovo modo di progettare. Ciò vale soprattutto di fronte alle sfide imposte dalla ricerca di soluzioni progettuali che chiamano in causa tutti i soggetti coinvolti nel processo edilizio al fine di assicurare le prestazioni richieste da un edificio ad energia quasi zero. Grandi interventi di riqualificazione così come nuove opere non possono che ricorrere alla progettazione integrata. Il forum tecnico sarà occasione di approfondimento e dialogo del tema con professionisti ed esperti del settore.
[organizzato da Edilportale e Agorà - in collaborazione con Federcostruzioni]
Alberto Ballardini - Habitech | download
Braccio Oddi Baglioni | Vice Presidente Federcostruzioni
Simone Cola | Presidente del Dipartimento Cultura, Promozione e Comunicazione del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
"La realizzazione di edifici sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico passa attraverso il controllo di tutta la filiera che va dal progetto alla gestione dell'opera costruita. La progettazione integrata spinge verso un’evoluzione delle figure professionali all'interno di un contesto multidisciplinare; è questa una sfida può e deve costituire l’opportunità per valorizzare le peculiarità e la cultura dei progettisti."
Fausto Savoldi | Presidente Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati
"'organismo edilizio' è il termine che identifica una costruzione, usato nei testi Edili, nelle Leggi e Regolamenti. Può apparire quasi una contraddizione quella di associare questo 'organismo' a quelli che si osservano in natura: l'Umano, l'Animale, il Vegetale. Progettare un organismo edilizio comporta la consapevolezza della compatibilità di questo organismo con gli altri esistenti, delle ripercussioni sull'ambiente delle scelte progettuali adottate, di tutto il processo per la costruzione, dell'uso dell'abitare, dei consumi per la gestione fino alle modalità della dismissione, avendo come tutti gli organismi una durata di vita."
Claudio De Albertis | Presidente Assimpredil e Presidente Triennale di Milano
Lucia Montini | Architetto – Autore tecnico
"Quanto più cresce il livello di efficienza energetica atteso, tanto più le componenti del progetto vanno definite in partenza. E quando si esegue lo spartito, non è ammessa l'arbitrarietà. L'approccio progettuale ed esecutivo sono stravolti. Il nuovo modo di abitare il pianeta richiede a tutti un altissimo grado di consapevolezza, onestà e coscienza."
Thomas Miorin | Direttore di HABITECH – Distretto Tecnologico Trentino
Moderatore:
Braccio Oddi Baglioni | Vice Presidente Federcostruzioni
20/10 ore 10.30
È sempre più urgente la necessità di qualificare tutta la filiera di fornitura del settore immobiliare, assumendo nuovi e più efficienti metodi di gestione delle diverse aree. È necessario inoltre integrare con criteri standard i Sistemi di Controllo della Qualità che devono interagire complessivamente nelle prestazioni dell'edifico. La disciplina deve riferirsi sempre alle esigenze dell'utilizzatore, che vanno soddisfatte nelle sue molteplici aree: benessere, efficienza, redditività, sostenibilità.
Il Laboratorio Gesti.Tec del Diparimento BEST del Politecnico di Milano ha realizzato il Sistema di Valutazione dell'Efficienza Immobiliare BRaVe, che analizza l'immobile nella sua interezza, valutando tutte le sue caratteristiche, suddivise in 13 famiglie, mettendo in relazione ciascuna con le altre e valutando le interrelazioni a favore della corretta gestione.
Il Sistema è quindi complementare agli altri Sistemi di Certificazione, essendo utilizzabile dagli operatori e dai proprietari di immobili come strumento di valutazione qualitativa globale dell'edificio.
BRaVe misura la Qualità come caratteristica oggettiva dell' "efficienza globale" dell'immobile e la Qualità viene utilizzata come standard di riferimento per definire il "valore immobiliare".
BRaVe offre quindi le indicazioni più dirette ed operative per attuare una politica di efficienza complessiva per sviluppare un progetto di Qualità integrata e per scegliere gli interventi di riqualificazione più efficaci.
La tavola rotonda si propone di presentare alcuni esempi di edifici realizzati con criteri di Qualità ed Efficienza, testimoniati dagli stessi responsabili dei progetti, dimostrando le opportunià e le modalità operative per lo sviluppo della redditività nella Qualità delle nuove costruzioni e delle ristrutturazioni.
[organizzato da Club BRaVe - in collaborazione con Politecnico di Milano - Assufficio - RINA]
Marco Clerici - World Capital Real Estate Group | download
Nunzio Di Somma - Gruppo RINA | download
Alberto Albertini | Vicepresidente Assufficio
"Nelle aziende gli investimenti dedicati allo spazio ufficio sono circa il 2% delle spese generali. Siccome l'ambiente lavorativo condiziona la produttività, investimenti minimi migliorerebbero la Qualità della vita e quindi i bilanci. Il buon progetto non è un lusso: una visione olistica dovrebbe uniformare armonicamente la scatola architettonica con gli interni."
Nunzio Di Somma | Gruppo RINA
"Costruire edifici sostenibili ed energeticamente efficienti è oggi una necessità che richiede la riorganizzazione di tutta la filiera del settore delle costruzioni verso un nuovo modo di operare che impegnerà tutti gli stakeholders e che porterà un completo cambio di paradigma nel modo in cui le nostre città sono progettate, costruite e gestite."
Marco Clerici | World Capital Real Estate Group
"Nella situazione attuale di mercato, non possiamo più esimerci dal considerare l'aspetto della Qualità Sostenibile degli immobili, essendo anche consapevoli della necessità di avere strumenti adeguati di rating. Questo permetterà soprattutto di diffondere la Cultura della Qualità, grazie a standard finalmente oggettivi ed affidabili."
Vincenzo Scerbo | Colliers Real Estate Services Italia
"I grandi clienti e gli investitori internazionali del settore immobiliare, che velocemente stanno condizionando tutto il mercato, chiedono esclusivamente edifici di Qualità sostenibile e certificata. Le transazioni immobiliari selezioneranno definitivamente gli immobili sostenibili condannando quelli inefficienti."
Moderatori:
Andrea Ciaramella | Politecnico di Milano
"Progettare e costruire in maniera sostenibile è un impegno che deve coinvolgere l'intera filiera delle costruzioni/immobiliare, ma la vera svolta è nella domanda consapevole e informata. Nessuno di noi acquisterebbe un'auto che consuma 30 litri/km, rumorosa, inquinante e priva di comfort. Quando la domanda di case, uffici, negozi, luoghi pubblici, considererà solo spazi e manufatti con requisiti di qualità, allora non ci saranno alternative. Questa svolta culturale è già cominciata."
Enrico Rainero | Fondatore e Coordinatore Club BRaVe
"Il patrimonio immobiliare ha visto negli ultimi decenni la spasmodica espansione delle volumetrie ignorando ogni costo, soprattutto ambientale. Oggi è necessario recuperare il concetto di edificio come oggetto in armonia con l'ambiente, coniugando buon senso, buone pratiche, esperienza alle innovazioni scientifiche e tecnologiche."
san.co olimpia splendid liuni Alulen aluk group sprech logical soft faraone dow edilclima l'isolante fakro master wolters kluwer sapa profili sapa buildingsystem schueco enel rockwool Nemetschek Allplan Italia zephir eclisse EPS Italia tubifer STS polistiroli sulpol poliespanso fortlan-dibi mpe corvasce mogs mc4software sicilferro arca casa legno Regione Puglia Studio Botta EnerLab Pensy otc doors essedi-edilana
Edilportale.com® | Archiportale.com® | Archiproducts.com® | Archilovers.com® | BlocchiCad.com® | Archipassport.com®
are registered trademark of Edilportale.com S.p.A. - VAT no. IT05611580720 - © 2013